Ti distrai mentre guidi? La polizia stradale ti può sequestrare il cellulare

Nuove regole per il comportamento alla guida dell’auto

Molti, forse tutti utilizziamo lo smartphone mentre guidiamo l’auto, un’imprudenza pericolosissima che prendiamo troppo alla leggera, ma dal mese di giugno la distrazione al volante sarà più controllata infatti la polizia stradale potrà controllare i cellulari. Questa nuova direttiva per ora riguarda solo la procura di Pordenone, ed valida per ora solo per la Regione Friuli Venezia Giulia. Su questo territorio la polizia potrà sequestrare il cellulare se il conducente non collabora in modo efficace, lasciando che il suo device venga controllato. Questo provvedimento è stato preso in corso di valutazione del numero degli incidenti avvenuti per distrazione dalla guida causata dall’uso del cellulare.

In caso di incidente verrà controllato il cellulare

Se durante la guida viene utilizzato il cellulare, il tablet o altro device, sia per i controlli di routine della “stradale” che  in caso di incidente adesso la polizia potrà accedere allo smartphone del conducente per sapere se al momento del sinistro era distratto da una chat WhatsApp o dalla chiamata di un amico, o da altra attività svolta con il telefono cellulare.

La novità diffusa sul web

La notizia è stata riportata dal sito di informazione giuridica, dirittoegiustizia.it, ovvero che la Procura Pordenone ha emanato con la direttiva 4414 di giugno 2018, l’autorizzazione alla polizia stradale di intervenire in caso di distrazione sequestrando gli smartphone e i cellulari in genere. Per ora la nuova normativa riguarda solo il Friuloi Venezia Giulia; ma potrebbe essere estesa a tutto il territorio italiano; in ogni caso fate attenzione se vi recate nel Friuli, potreste tornare a casa senza il vostro device. Nel caso vi capiti questo inconveniente avrete di certo bisogno di un nuovo cellulare e se con la possibilità di risparmiare un po di denaro, ancora meglio; ecco che può tornarvi utile visitare questo interessante sito dedicato ai cellulari www.esconti.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *