Tecnologia al servizio del risparmio: vuoi sapere come?

Il risparmio è diventato una necessità sempre più impellente e, quello che fa piacere scoprire è che il risparmio si trasforma anche in benessere per la natura. In questo caso parliamo del condizionatore, volete sapere come la tecnologia ci aiuta a risparmiare?

I condizionatori e la tecnologia inverter

Sapete di cosa parlo? No? Ve lo spiego subito! L’inverter è un dispositivo elettronico che consente la modulazione della potenza erogata dal climatizzatore in base alla richiesta di caldo o freddo. In poche parole voi impostate la temperatura dell’ambiente e il condizionatore la raggiunge. A questo punto un apparecchio tradizionale si spegnerebbe, per poi riaccendersi  quando la temperatura cambia. Il sistema ad inverter, invece, non spegne il macchinario, ma riduce considerevolmente il numero di giri del compressore che porta automaticamente alla diminuzione di potenza, eliminando i continui stacca e attacca. Grazie a questo sistema abbiamo variazioni di solo mezzo grado, mentre con il vecchio sistema c’erano fluttuazioni di 2 gradi. Questo riduce notevolmente i consumi visto che la tecnologia inverter consente un risparmio di energia del 30%  rispetto ai sistemi classici. Anche se il costo dei modelli di condizionatori a inverter hanno un costo leggermente più elevato, il risparmio costante aiuta ad ammortizzare il costo ottenendo risultati migliori.

Risparmiare con manutenzione, timer e termostato

Come per le caldaie, resta valido il discorso della manutenzione dell’impianto per ottenere sempre i migliori risultati. La pulizia dei filtri, in particolare, è molto importante anche per preservare la salute di chi utilizza il condizionatore, quindi contattate Assistenza climatizzatori Roma per pianificare gli interventi ordinari, sia per condizionatore, sia per caldaia.

Per incentivare i risparmi del riscaldamento e del raffreddamento di casa, ci sono due elementi molto importanti che corrono in nostro aiuto: il timer e il termostato digitali. Questi permettono di programmare accensione, spegnimento e temperatura, in modo da non avere sprechi, ad esempio quando siete assenti.  Ricordate che, per preservare la vostra salute, non dovete puntare la temperatura di casa in modo estremo. Se fuori ci sono 32 gradi, non mettete a 18° perché ogni volta che uscite il vostro corpo subirà uno shock termico che con l’andare del tempo vi creerà problemi. Basta mettere 3/4 gradi in meno, magari con l’aggiunta del deumidificatore che già renderà migliore l’aria di casa.

L’inverter, oltre a farvi risparmiare sui consumi, vi permette di utilizzare il condizionatore o la pompa di calore in qualsiasi momento della giornata, anche di notte, perché, proprio grazie a questa tecnologia, risulta estremamente silenzioso e non disturberà il vostro sonno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *